Come fare…

Condividi la tua conoscenza! A volte le cose che a te sembrano banali per gli altri sono dei grattacapi. Iscriviti e diventa un web-teacher!

Come fare… header image 2

Come ottenere una frittura…

Febbraio 2nd, 2010

Questo articolo è stato scritto da Andreina

· Nessun Commento

Questo articolo è stato visualizzato 1657 volte

…super leggera

Si dice frittella e si pensa subito “pesante, grasso, indigeribile”.

Per fortuna, però, si può anche friggere in modo leggero.

Bastano alcuni accorgimenti.

1° Scegliete l’olio giusto: il più adatto è quello di oliva che dà fritture saporite e sopporta temperature fino a 200°. Se volete frittelle di gusto più delicato, usate l’olio di semi di arachide che è insapore e rimane stabile fino alla temperatura di 190°.

2° Friggete in olio profondo.

Scegliete se possibile, la friggitrice (normale o elettrica) perchè le frittelle devono navigare nell’olio: più è abbondante, più in fretta si cuociono e meglio si gonfiano.

Se invece usate la classica padella, badate che l’olio copra gli alimenti di almeno 2 cm, così risulteranno ugualmente croccanti e non rimarranno intrisi di olio.

3° Controllate la temperatura dell’olio.

E’ fondamentale per cuocere le frittelle all’interno e renderle croccanti all’esterno.

Il calore giusto però varia a seconda del tipo di impasto.

Allora come regolarsi? Scaldate bene l’olio, senza farlo fumare, e tuffatevi dentro un pezzetto dell’impasto che dovete friggere: deve tornare a galla nel giro di venti secondi circa.

4° Friggete poche frittelle alla volta.

Per non abbassare troppo la temperatura dell’olio e lasciar spazio all’impasto: così butta fuori la sua umidità e cuoce correttamente.

5° Eliminate l’unto.

Scolatele bene con un mestolo forato (l’ideale sarebbe quello detto ragno, a forma di ragnatela) e passatele sulla carta assorbente da cucina.

Zuccheratele tiepide. Se cospargete le frittelle con lo zucchero quando sono ancora molto calde, questo rischia di sciogliersi ed essere assorbito.

Ultima regola, ma non meno importante: non riutilizzate l’olio già usato: produce sostanze dannose alla salute e altera il sapore dei cibi.

E’ preferibile spendere qualcosa in più per ciò che mangiamo ma guadagnare in salute.

Ricordiamo che l’olio usato per la frittura non va assolutamente buttato nello scarico domestico, ma si deve portare all’ecocentro. Magari potete conservare l’olio di due o più fritture, in una tanica, e portarla all’ecocentro quando è piena.

Tags: Consigli · Cucina

Vota questo articolo:

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5 out of 5)
Loading ... Loading ...

0 commenti lasciati finora ↓

  • Non sono ancora presenti commenti, Rompete il ghiaccio e lasciatene uno!

Devi accedere al sito per lasciare un commento.